La roboante vittoria contro il Virtus Francavilla ha dato carica e fiducia al Lecce, ma serve mantenere i piedi per terra. Venerdì si parte a Trapani e dopo si attende il Catania

Un Natale da primi in classifica e celebrato con una sontuosa prestazione davanti al pubblico giallorosso. Un 4-0 che non concede attenuanti all’avversario e che ha dimostrato come, ad oggi, il Lecce sia la squadra da battere del girone C della nuova Serie C. Sabato sera, il Virtus Francavilla non ha potuto nulla contro i ragazzi di Liverani, autori di una delle migliori gare della stagione. Torromino, Lepore e la doppietta di Caturano hanno firmato il tabellino finale, ma se i biancoazzurri di mister Gaetano D’Agostino non sono stati in grado di reagire e mettere pressione ai giallorossi il merito è dei perfetti meccanismi attivati in ogni reparto.

Nel posticipo dello scorso turno di campionato si è vista una squadra completamente diversa da quella che all’andata si fece agguantare con un gol al 93°. Liverani voleva un Lecce con più ritmo e intensità e i giallorossi hanno accolto il richiamo del tecnico romano: “Abbiamo dato seguito a quanto messo in campo contro il Monopoli. Ero molto fiducioso e avevo delle belle sensazioni, perché da settimane si allenano con più cattiveria e convinzione. Sono molto contento soprattutto per il lavoro dei tre attaccanti, perché con il loro in non possesso, i loro assist e i loro gol hanno reso difficile il lavoro della difesa. Ci vuole però del tempo prima che questi automatismi che a loro volta diventino automatici con quelli degli altri reparti“.

Una vittoria che mantiene i giallorossi in testa alla classifica con tre punti sul Catania, vincente 3-1 sul campo del Fondi. Dopo la prima giornata del girone di ritorno le due formazioni in vetta alla classifica hanno dato vita ad una mini fuga: salentini ed etnei hanno infatti distanziato il Trapani, che dopo la vittoria nel big match proprio contro il Catania è incappato nei pareggi di Monopoli e Siracusa (2-2 ottenuto ieri sera), intervallati dalla sconfitta casalinga contro il Cosenza. La classifica vede ora i giallorossi guidare la classifica del girone C con 44 punti davanti agli etnei con 41 e ai trapanesi con 36, i quali devono guardarsi dal Siracusa a quota 32.

Sarà quindi un panettone dolce quello che si gusterà in via Costadura, ma occhio a non fare indigestione. I giallorossi torneranno in campo già venerdì e la sfida è di quelle che posso rappresentare un momento importante della stagione: il Lecce aprirà infatti il programma della 21^ giornata con la trasferta di Trapani; una gara che potrebbe mettere nei guai la formazione siciliana, perché la allontanerebbe ulteriormente dalla vetta della classifica, e dare a Lepore e compagni la carica giusta per affrontare il turno successivo proprio contro il Catania.

L’impegno in terra siciliana, inoltre, si rivelerà ancora più duro per l’assenza dei tifosi giallorossi. Il CASMS (Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive) ha infatti imposto il divieto di trasferta ai supporter salentini; la decisione è arrivata dopo che il Prefetto di Trapani aveva deciso di inserire la partita tra quelle considerate a rischio.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi

NO TAP