La formazione barese è l’ultimo ostacolo nel girone di andata del Lecce, che vuole i tre punti dopo due deludenti pareggi. Pacilli probabile trequartista dietro Caturano e Di Piazza

Giro di boa per il campionato di calcio di Serie C. Il Lecce di Fabio Liverani giunge all’ultima giornata del girone di andata con la possibilità di aggiudicarsi  il virtuale titolo di campione d’inverno. Oggi è infatti in programma la 19^ giornata del girone C (partita in realtà ieri con l’anticipo Juve Stabia-Reggina terminato con il successo dei campani per 2-1) e finora la classifica vede i giallorossi guardare tutti dall’alto in basso con 38 punti davanti al tandem siciliano Trapani e Catania a 35; più indietro un’altra formazione isolana, il Siracusa, che segue a 30 punti, mentre sembra più complicato un rientro di tutte le altre rivali, almeno per quanto riguarda la promozione diretta.

Le recenti prestazioni della formazione salentina, però, hanno fatto storcere il naso a tutto l’ambiente. Prima la vittoria in rimonta contro la Reggina (da 0-2 a 3-2) e soprattutto i due pareggi contro Fondi e Paganese: tre formazioni in zona playout e che hanno messo in luce una costante: le difficoltà incontrate contro le formazioni di bassa classifica. Ad ogni modo, in questi giorni Liverani ha dovuto lavorare su ciò che non ha funzionato soprattutto contro Fondi e Paganese, due mezzi passi falsi che avrebbero potuto costare il primato se le due principali contendenti non avessero anch’esse subito degli stop (considerando anche lo scontro diretto che ha visto il Trapani vincente contro il Catania).

E gli errori commessi nelle ultime due uscite non dovranno ripresentarsi questo pomeriggio, quando alle 16.30 il Lecce ospiterà il Monopoli di Massimiliano Tangorra. Rivelazione di inizio stagione, la formazione barese ha perso smalto nel corso del campionato e oggi occupa l’11^ posizione con 23 punti: il Monopoli non ottiene i tre punti addirittura dallo scorso 28 ottobre (0-1 sul campo della Paganese), giorno dal quale ha poi collezionato una serie di sconfitte interrotte lo scorso turno con un pareggio importante, soprattutto proprio per il Lecce, contro il Trapani.

Una formazione, quindi, in crisi ma che può aver ritrovato vigore proprio dopo il punto guadagnato contro la formazione siciliana. Ed è lo stesso Liverani a spronare i suoi ad affrontare la gara con il giusto atteggiamento, come ha dichiarato sulle pagine del sito web ufficiale del club salentino: “Il nostro prossimo avversario subisce molto poco; anche nella gara con il Trapani hanno concesso veramente poco. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che riusciremo a creare e i calci da fermo. Bisognerà essere equilibrati e avere pazienza, sapendo, comunque, che dovremo spingere. A Pagani quello che non mi è piaciuto è stato l’approccio, soprattutto nei primi venti minuti e parlo di attenzione, concentrazione e determinazione. Domani voglio rivedere la rabbia agonistica che ci ha contraddistinto finora e chiudere bene questo girone“.

Per la gara di oggi, Liverani potrebbe optare per questa formazione, seguendo il 4-3-1-2: Perucchini; Lepore, Cosenza, Drudi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Costa Ferreira; Pacilli; Caturano, Di Piazza.
E’ invece il 3-5-2 il modulo con il quale Tangorra potrebbe schierare i suoi ragazzi: Bifulco; Bei, Ricci, Ferrara; Zampa, Scoppa, Sounas, Donnarumma, Rota; Genchi, Paolucci.

Fischio d’inizio alle ore 16.30. Al “Via del Mare” arbitrerà il signor Vincenzo Fiorini di Frosinone, coadiuvato dagli assistenti Salvatore Affatato di VCO (Verbano-Cusio-Ossola) e Marcello Rossi di Novara.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi

NO TAP