Una trasferta che si preannuncia infuocata per il Lecce e Fabio Liverani. Gara aperta nonostante l’opposta classifica delle due formazioni. Probabile conferma da titolare per Riccardi ed esordio per Costa Ferreira

Ancora pochi istanti e il Lecce scenderà in campo per la 12^ giornata del campionato di Serie C. Dopo le due importantissime vittorie contro Matera e Cosenza, i giallorossi comandano la classifica del girone C con quattro punti di vantaggio sul Monopoli, che questa giornata sconterà il suo turno di riposo. Una nuova vittoria servirebbe, quindi, a mantenere virtualmente intatto il distacco sulla formazione barese, ma tra il Lecce e i tre punti c’è la Fidelis Andria.

La formazione allenata da Valeriano Roseto sta vivendo un inizio di stagione estremamente complicato. I biancoazzurri, infatti, occupano l’ultima posizione della classifica con soli 7 punti, ottenuti tutti col segno X. Un derby testa-coda, quindi, ma per il quale Fabio Liverani predica calma: l’allenatore giallorosso ha elogiato il gioco della Fidelis, sottolineando come la loro crisi “sia solo di classifica”, facendo così  intendere come gli avversari di stasera, ad oggi, meriterebbero una classifica migliore.

Affrontare i “Leoni Azzurri” con lo stesso atteggiamento visto finora: questo è il primo messaggio lanciato dal Liverani ai giallorossi; d’altronde non è raro che i pronostici vengano sovvertiti clamorosamente e la vittoria di lunedì contro il C0senza è la dimostrazione che nessuna gara è già decisa in partenza. Inoltre, a rendere sicuramente più delicato l’appuntamento sarà l’assenza dei tifosi giallorossi, a causa del divieto imposto dal Prefetto della provincia di BAT, mentre i padroni di casa potranno contare su un supporto che si preannuncia infuocato.

Questa sera il Lecce scenderà in campo consapevole del risultato di alcune sue dirette avversarie: in primis il Catania, tornato alla vittoria contro il Bisceglie (4-1) così come il Virtus Francavilla contro il Catanzaro (1-0), mentre Matera e Juve Stabia non si sono fatte male nello scontro diretto (1-1). Importante, infine, il tonfo casalingo del Siracusa contro la Paganese (2-3).

A parte tutto questo, c’è una partita da giocare e da vincere. Liverani potrebbe ancora affidarsi dal primo minuto a Riccardi, chiamato a sostituire l’infortunato Marino, mentre il rientrante Drudi potrebbe non essere ancora al cento per cento. A centrocampo ovvia conferma per Mancosu, che con due prodezze ha risolto gli ultimi due impegni, mentre in avanti Caturano e Di Piazza potrebbero essere supportati da Costa Ferreira, alla prima da titolare quest’anno.

Questo il probabile 4-3-1-2 giallorosso: Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira; Caturano, Di Piazza.
Potrebbe invece essere il 3-5-2 il modulo della Fidelis Andria: Maurantonio; Cerri, Rada, Curcio; De Giorgi, Matera, Quinto, Esposito, Pipoli; Scaringella, Lattanzio.

Fischio d’inizio alle 20.45. Al “Degli Ulivi” di Andria arbitrerà il signor Giacomo Camplone di Pescara, coadiuvato dagli assistenti Marco Trinchieri di Milano e Driss Abour Elkhayr di Conegliano.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi