Al Palaventura la Lupa batte Libertas Altamura con il punteggio di 71-57 grazie a “Super Colella”.

Esordio casalingo vincente per la Lupa Lecce di coach Bray. Ieri sera i giallorossi si sono imposti per 71-57 contro la Libertas Altamura tra gli applausi scrocianti del pubblico del PalaVentura.

Due punti di platino che hanno consentito a Mocavero e soci di incamerare i primi due punti del campionato di Serie C Silver dopo il passo falso di Ruvo avvenuto in occasione della prima giornata.

Nonostante gli acciacchi di Lasorte, Caloia e Mocavero, i salentini hanno sfornato una prestazione eccellente evidenziando la forza del collettivo.

Sugli scudi la prova maiuscola di Michele Colella: il playmaker ha messo a segno 16 punti trascinando la squadra alla vittoria con giocate di pregevole fattura.

Sedici come quelli messi a referto da Stefano Sirena che, con le sue penetrazioni, ha messo in apprensione la difesa avversaria per tutto l’arco del match.

Da sottolineare anche la performance magistrale di Giovanni Quaranta: l’under è stato chiamato in causa da Bray per fare rifiatare Caloia e ripagando la fiducia del tecnico con 11 punti di capitale importanza.

La Lupa ha avuto il merito di indovinare l’approccio scavando un solco significativo nel primo quarto.

Alcune palle recuperate da Caloia e i centimetri sotto le plance di Paiano hanno permesso ai locali di portarsi sul 26-12 con complicità di un Colella in versione assist man.

Nel secondo periodo spazio a Mocavero che, nonostante l’infortunio al ginocchio, ha voluto fortemente essere della gara per dar manforte ai compagni. Dopo poco meno di due minuti di gioco Bray è costretto a richiamare in panca Caloia per il riacutizzarsi del dolore al piede.

Lupa Lecce - Libertas Altamura - basketUn imprevisto che ha regalato la chance a Quaranta di mettersi in luce con una serie di canestri realizzati in serie tra lo stupore dei supporters giallorossi e il 42-24 al termine del secondo periodo.

Al cambio campo la Lupa appare meno aggressiva e gli ospiti ne approfittano per ridurre il gap sul tabellone luminoso con le giocate vincenti di Vukovic e Radovic. Un trend che prosegue per tutto il terzo quarto con Altamura abile a recuperare 11 punti ai padroni di casa fissando il punteggio sul 55-48.

Gli ultimi dieci minuti sono di marca giallorossa. Gli uomini di Bray tornano a difendere con veemenza e Altamura perde la vena realizzativa.

I giallorossi vanno a bersaglio con regolarità e, ad un minuto dalla fine, Colella mette la parola “fine” alla partita con la bomba da tre che fa esplodere di gioia il palazzetto.

E’ visibilmente soddisfatto coach Bray al termine della partita che i suoi ragazzi hanno disputato contro Altamura.

La vittoria convincente a cospetto di una squadra di rango ha dato risposte importanti al tecnico giallorosso: “Abbiamo trascorso una settimana molto difficile per via degli infortuni. C’era più gente in infermeria che sul parquet di allenamento. C’è stata voglia di sopperire alla sfortuna con una prestazione sontuosa. Abbiamo difeso con accanimento e grande intensità dimostrando grande spirito di abnegazione e intelligenza tattica. Con questa difesa possiamo mettere in difficolta chiunque. Abbiamo approcciato molto bene alla gara tirando subito con ottime percentuali. Il calo del terzo quarto è stato comprensibile perché abbiamo dato tutto nei primi due periodi, ma nell’ultimo quarto siamo stati bravi a reagire e a chiudere la gara con una vittoria larga – prosegue l’allenatore -. Adesso mi auguro di recuperare in settimana la condizione fisica di alcuni giocatori per affrontare la difficile trasferta a Mola di Bari”.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Redazione

Rispondi

NO TAP