Di fronte ad un pubblico meraviglioso il Lecce vince il derby e scavalca i rossoneri foggiani in classifica, portandosi al primo posto del girone, in attesa del risultato del Benevento

I quasi 14000 spettatori del “Via del Mare” (dei quali circa 500 provenienti da Foggia) hanno assistito ad una ottima prova dei giallorossi leccesi, che si sono imposti per 3-1 contro il Foggia di mister De Zerbi e si propongono ora come candidati al primo posto del girone, per la promozione diretta in serie B. Si è trattato del capolavoro tattico di mister Braglia, il quale è stato abilissimo a bloccare tutte le fonti di gioco degli avversari rendendo così sterile ogni tentativo di attacco dei rossoneri dauni.

La partita inizia subito bene per il Lecce che già intorno al decimo minuto di gioco trova il vantaggio con una perentoria conclusione di Lepore, bravo a sfruttare un assist aereo di Moscardelli. Il Foggia accusa il colpo, ma cerca di riorganizzare il suo gioco, basato sul possesso palla prolungato. Il 4-3-3 foggiano, però, trova un forte ostacolo nell’organizzazione tattica salentina: i giallorossi infatti difendono bene (in alcuni casi anche con marcature ad uomo, come quello di Lepore su  Riverola) e ripartono quando possibile, passando dal 3-4-3 di partenza, ad un più coperto 4-5-1, con la difesa composta dal sempre attento portiere Perucchini, dal nuovo arrivato Alcibiade e poi dai sempre affidabili Cosenza, Abruzzese e Legittimo. La prima frazione si conclude così sull’uno a zero senza grandi emozioni nelle rispettive aree di rigore.

Nel secondo tempo il tema della gara non cambia: il Foggia cerca di sfondare senza riuscirci, il Lecce controlla e poi, grazie agli ingressi in campo di Curiale e Sowe (al posto rispettivamente di Moscardelli e Surraco) chiude il match. Infatti, intorno alla mezz’ora Curiale in mezza rovesciata realizza un gol strepitoso, raccogliendo un bell’assist dell’ottimo Lepore; Sowe, invece, si invola e trafigge Narciso, sfruttando il bel passaggio in profondità di Liviero. Il Foggia trova poi il gol del 3 a 1 con l’ex Agnelli, ma la partita è ormai in cassaforte per il Lecce, che può abbandonarsi ai festeggiamenti con i suoi fantastici tifosi in delirio, i quali ora sognano ad occhi aperti il ritorno in serie B.

In sala stampa De Zerbi, allenatore foggiano, è deluso, mentre il tecnico di casa Braglia non abbandona il suo pragmatismo. Lepore, invece, manifesta tutto il suo entusiasmo, mentre il neo giallorosso Alcibiade dichiara che non poteva sognare debutto migliore.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Avatar

Rispondi