Una fumata nera si è levata ieri a Milano Santa Giulia dal palazzo di Sky, ma oggi c’è da scommettere che sarà bianca: debutta finalmente la fiction più attesa della stagione, The Young Pope di Paolo Sorrentino con Jude Law nei panni di Lenny Belardo, il nuovo spregiudicato papa Pio XIII, poco più che quarantenne e scelto dal conclave nella finzione della serie.

Tutti sintonizzati, quindi, su Sky Atlantic HD alle 21.15, oppure su Sky Go, Sky On Demand e anche in streaming su NOW TV. Chi ha già attivato il nuovo servizio Sky Go Plus (a 5 euro al mese, ma con speciali offerte per chi è un clienti Sky “storico”) potrà anche scaricarsi il debutto della serie sul tablet o sullo smartphone per poi gustarselo con tutta calma anche senza la copertura Internet.

È il momento giusto anche per approfittare dell’offerta di Sky e Fastweb, 20,90 euro al mese per 18 mesi invece di 49,90 euro al mese per una delle migliori offerte tv sul mercato, con fibra ottica, telefonate e i contenuti di Sky. Su SosTariffe.it è possibile confrontare le altre modalità per non perdersi nemmeno una delle dieci puntate di The Young Pope.

Un evento, quello firmato dal premio Oscar per La grande bellezza, che stanno aspettando con estrema curiosità non solo in Italia: saranno infatti ben 110 i Paesi dove sarà possibile scoprire la storia del giovane papa, grazie alla mega-produzione firmata, oltre che da Sky, anche da HBO, Canal+ e MediaPro.

E conoscendo l’attenzione che da sempre Sorrentino dedica ai suoi personaggi, c’è da scommettere che l’attore londinese presterà il suo volto a una figura complessa, anarchica, immersa nelle contraddizioni del presente e per nulla disposta a farsi manipolare come un burattino dal cardinale Voiello (Silvio Orlando) e dal resto del conclave. Un papa che, malgrado l’avvenenza, eviterà di mostrarsi, alimentando il mito di sé stesso.

Per Jude Law, intanto, l’esperienza è stata rivelatrice: «Non ho imparato l’italiano, ma il latino sì. A scuola non l’avevo studiato, non è stato facile apprenderlo partendo da zero. La vera rivelazione comunque è stata il mio interrogarmi sulla fede e sui miei tormenti personali, una necessità importante, soprattutto quando si va avanti negli anni. Nonostante non mi fossi concentrato su questo punto, è accaduto che mi sia fermato e mi sia chiesto io chi sono e qual è il mio ruolo nell’esistenza». Toccherà anche agli spettatori?

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

SosTariffe

Rispondi