Un simpatico sketch portato in scena da due cittadini nel corso della festa di Sant’Antonio da Padova a Poggiardo, che hanno scherzato sulla fantomatica presenza di un sultano. Una idea nata da una “bufala” diffusa nelle settimane precedenti

Una sfilata di moda, il concerto dei Vintage e la spettacolare esibizione del batterista Andrea “Vadrum” Vadrucci. Sono stati questi i momenti principali della festa patronale di Poggiardo in onore di Sant’Antonio da Padova, organizzata dal Comitato Feste della Parrocchia “Trasfigurazione del Signore” e tenutasi gli scorsi 12 e 13 giugno. In realtà, questi erano gli appuntamenti inseriti nel programma delle celebrazioni civili, perché la prima serata ha vista la partecipazione dell’ultima ora di un illustre ospite.

Poggiardo ha infatti avuto l’onore della presenza del sultano arabo Akbu Abdu Matù, salito sul palco sistemato in piazza Umberto I accompagnato da due bodyguard e dal suo segretario, che per l’occasione ha funto da interprete. Il nababbo, giunto in Salento per ammirare le luminarie allestite per la festa patronale, ha sorpreso tutti annunciando la sua volontà di acquistare il Castello dei Guarini e l’ex ospedale “Pispico” di Poggiardo e il Parco dei Guerrieri di Vaste; ha però lasciato tutti a bocca aperta quando ha espresso il desiderio di trovare moglie, individuando la donna adatta in una cittadina poggiardese, salita incredula e imbarazzata sul palco.

E a bocca aperta erano tutti i visitatori della festa di Sant’Antonio da Padova, ma non per lo stupore, bensì per le risate. Sì, perché i due arabi saliti sul palco non erano altro che i poggiardesi Tommaso Lezzi e Maurizio Palmieri, in arte Tom & Mau; da alcuni mesi, i due amici realizzano filmati che vedono loro stessi protagonisti, spesso abbelliti da parrucche, attraverso i quali con ironia e buon umore raccontano gli aspetti più caratteristici della vita di Poggiardo e Vaste e dei loro cittadini; simpatici video che Tom & Mau pubblicano poi sulla loro pagina Facebook “Tele-Cerchi Tivù“.

La scelta di interpretare sul palco un ricco sultano non è stata casuale, ma è il frutto di un probabile equivoco creatosi nelle settimane precedenti la festa e che si è poi trasformato nella classica notizia “bufala”; come ha raccontato anche il periodico “Belpaese”, tra i cittadini di Poggiardo si era sparsa la voce che, proprio in occasione della festa patronale, ci sarebbe stata la visita di un non precisato magnate miliardario russo, interessato ad acquistare le luminarie allestite in quei giorni.

Tom & Mau hanno così colto l’occasione e, trasformando solamente l’immagine del fantomatico nababbo, hanno organizzato e portato in scena il loro sketch. D’altronde, non era una bufala la visita di uno sceicco del Qatar a Scorrano (definita non a caso capitale mondiale delle luminarie) in occasione della Festa patronale di Santa Domenica del 2013, interessato proprio all’acquisto di parte del ricco allestimento di una delle aziende della città.

Nessuno è riuscito a capire come si sia diffusa questa notizia, né la ditta incaricata, né il comitato organizzatore, ma entrambi la ricollegano alle stesse decorazioni di piazza Umberto I e via Matteotti, che da circa 20 anni non vedevano luminarie così ricche e sfarzose. Di certo, però, una volta svelatene l’infondatezza, piuttosto che rivelarsi dannosa per l’organizzazione e lo svolgimento della festa patronale, la “bufala” si è rivelata una sorta di valore aggiunto, che ha contribuito alla promozione dell’evento nel territorio circostante e alla sua buona riuscita. E Tom & Mau hanno dato quel simpatico tocco in più di colore e allegria.

“Il nostro obiettivo -racconta Tommaso Lezzi, anche a nome di Maurizio Palmieri- era quello di trasformare una bufala che potevi avere ripercussioni negative per la nostra comunità in un grande successo comunicativo e di promozione.  Ci siamo riusciti, e questo è stato senza dubbio il nostro grande merito. Attraverso questi simpatici video e sketch, tentiamo di promuovere Poggiardo, Vaste, ma anche il territorio circostante, e, qualora se ne presentasse l’occasione, cerchiamo di trasformare in positivo ciò che all’inizio di presenta negativo, proprio come abbiamo fatto per la festa patronale di Poggiardo”.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi