Come, dove e quando un pensionato può richiedere un prestito e quali requisiti deve avere? Cosa sono i prestiti vitalizi ipotecari?

Anche un pensionato, come qualunque cittadino, ha la possibilità di richiedere un finanziamento in caso di necessità. Nei periodi di difficoltà economica è infatti del tutto normale avere necessità di un prestito che possa permettere di vivere una vita migliore o che possa permettere di affrontare spese improvvise e non programmate precedentemente. Come evidenzia la pagina https://www.prestitisbp.com/pensionati/, quando si richiede un prestito è di fondamentale importanza possedere alcuni requisiti, che sono variabili e dipendono dalla tipologia di finanziamento che si vuole scegliere (oltre che dall’ente che si sceglie per il finanziamento). Vi sono varie banche e finanziarie a cui si può richiedere un prestito e tra quelle più conosciute vi sono l’Inps (ex Inpdap), Unicredit Banca, Intesa SanPaolo e Bnl Bnp Paribas.

Requisiti per richiedere un prestito e documentazione necessaria

L’età anagrafica del richiedente è uno degli aspetti più rilevanti e non è un caso il fatto che fino a qualche anno fa non erano previsti prestiti per anziani di età superiore a 70 anni. Una possibilità era offerta dall’attuale Inps, che offriva la possibilità di accedere ad un prestito fino a 90 anni (termine massimo entro il quale bisogna saldare il prestito).

Si può affermare che la scelta dell’età è del tutto soggettiva e dipende strettamente dalla banca o dalla finanziaria a cui ci si rivolge. Oggi invece sono molti gli enti che accettano richieste di finanziamento da parte di persone con età superiore a 75 anni. Per richiedere un prestito è necessaria una fotocopia dei propri documenti fiscali (carta d’identità e codice fiscale), da consegnare assieme cedolino della pensione. Inoltre, per una questione di sicurezza economica, sono indispensabili delle copie delle ultime bollette di utenza pagate.

Dove richiedere un prestito

Oggi richiedere un preventivo è semplice e veloce grazie all’utilizzo di connessione internet e un computer. Non solo vi sono dei siti dove poter calcolare le rate senza dover lasciare i propri dati, ma è possibile anche comparare le varie proposte sul web per poi scegliere la migliore senza la necessitò di doversi spostare da un’agenzia all’altra e sprecare tempo prezioso. Facendo in questo modo inoltre non si sarà vincolati a richiedere il finanziamento, poiché sarà il diretto interessato a scegliere se effettuarlo su internet oppure recarsi presso uno degli uffici per richiedere maggiori informazioni, un preventivo oppure sottoscrivere il finanziamento.

Prestito vitalizio ipotecario

Purtroppo sono ancora molte le persone anziane che non riescono ad ottenere un prestito e solitamente la causa risiede nel fatto che le pensioni sono basse per farlo e vengono reputate in questo modo ”insufficienti” per offrire garanzia alle banche.  Il prestito ipotecario vitalizio consiste nell’applicazione di un’ipoteca sull’immobile del richiedente, che da quel momento diverrà una vera e propria garanzia del prestito stesso. In questo l’età è molto importante, poiché più quest’ultima sarà alta, maggiore sarà l’importo richiedibile. Una volta deceduto colui che ha sottoscritto il prestito, il destino della casa sarà nelle mani dei suoi eredi, che sceglieranno tra il riscattarla o lasciarla nelle mani dell’ente in questione, saldando così il conto.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Redazione

Rispondi