Immagine Spongano al voto: Antonio Candido è il nuovo sindaco per 26 voti

Un’immagine di Palazzo Bacile, il più importante edificio storico di Spongano

Tra i 12 comuni salentini chiamati al rinnovo dei propri consigli comunali, quello di Spongano è stato quello che ha lasciato i suoi cittadini col fiato sospeso fino alle ultime schede sfogliate. Volendo usare una famosa espressione del gergo ciclistico, la gara si è conclusa allo sprint finale.

Ad aggiudicarsi la vittoria al fotofinish (ecco che ritorna il ciclismo) è stato Antonio Candido; il neosindaco di Spongano, a capo della lista “Spongano: Impegno e Coerenza”, ha raccolto 890 voti, pari al 34,63% delle preferenze. Sono stati solo 26 i voti che hanno consentito a Candido di imporsi su Salvatore Donno, leader della lista “Rinascita di Spongano”; il già capogruppo di opposizione si è fermato a 864 preferenze, corrispondenti al 33,61%. Lusinghiero anche il risultato di Felice Gerardo Rizzelli; il candidato della lista “Spongano si rinnov@” ha ricevuto 816 voti, pari al 31,75%.

Le preferenze ricevute dai singoli candidati al consiglio comunale confermano la sostanziale parità della competizione elettorale.

Questi i risultati della lista “Spongano: Impegno e Coerenza”: Filippo Giacomo De Luca 197 (voti), Stefano Donadeo 150, Vincenzo Tarantino 144, Antonio Alberigo Marti 122, Maria Immacolata Corvaglia 121, Matteo Liborio Marti 52, Carla Marra 48.

Ottimi risultati anche per “Rinascita di Spongano”: Oronzo Carluccio 193, Gabriele Bonavoglia 139, Giovanni Marti 126, Giovanni Rizzelli 104, Salvatore Picci 68, Ilaria Maggiore 57, Maria Vittoria Lazzari 30.

Sono stati invece solo due i candidati consiglieri sotto i cento voti della lista “Spongano si rinnov@”: Paolo Paiano 134, Fabio Casarano 126, Corrado Corvaglia 124, Giuseppe Maggiore 115, Carlo Catamo 111, Giovanna Rizzello 67, Daniela Martella 50.

In attesa che si insedi il nuovo Consiglio comunale e venga nominata la nuova giunta, c’è da notare come i risultati di questa competizione elettorale sembra riflettano quelli delle elezioni politiche dello scorso febbraio: tre gruppi contendenti che arrivano al traguardo finale con un leggerissimo scarto di voti.

A livello nazionale, il nuovo Parlamento ha fatto penare gli italiani per due mesi, prima della nomina del nuovo esecutivo; a Spongano ciò non succederà, ma i cittadini hanno comunque bisogno di un consiglio comunale forte, solido e collaborativo, ciò che non si è visto tra i nostri rappresentanti a Roma.

In bocca al lupo ai nuovi amministratori e volendo chiudere come abbiamo iniziato (con i riferimenti ciclistici), lanciamo un messaggio: avete avuto la bicicletta e adesso pedalate. Lo chiedono i cittadini di Spongano.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi