Per Luigi Vitali, in Puglia sono cambiati gli equilibri nel centrodestra: “Contributo di Fitto non significativo, FI guida della coalizione”. Cariddi: “Prestare massima attenzione alle emergenze del Mezzogiorno”.

Dopo i risultati delle elezioni politiche del 4 marzo, nel centrodestra pugliese spazio all’analisi del contibuto che ciascuno quattro partiti (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, n.d.r.) ha apportato al risultato ottenuto dall’intera coalizione.

Luigi Vitali, candidato del CDX al Senato nel Collegio uninominale Puglia 05/Lecce, queste elezioni segnano il cambio di equilibri e di leadership all’interno del centrodestra. “In Puglia Forza Italia sfonda il 20%, si attesta primo partito della coalizione e supera del 9% i dati delle scorse elezioni regionali e del 6% l’attuale media nazionale. In un contesto di grande affermazione del M5S, potevamo fare meglio – sostiene Vitali – ma non siamo andati affatto male, anzi siamo cresciuti. Raffaele Fitto, da tempo considerato il leader del centrodestra pugliese, non ha apportato un contributo significativo e lascia a Forza Italia, in modo inconfutabile ed incontrovertibile, la responsabilità di guidare la coalizione verso le prossime sfide elettorali che verranno“.

Luciano Cariddi, canidato del CDX alla Camera nel Collegio uninominale Puglia 06/Nardò, valuta il risultato da lui ottenuto alle urne al di sopra delle aspettative iniziali. “I cittadini hanno scelto, e la scelta non si discute” scrive Cariddi sulla propria pagina Facebook. “La sfida dell’uninominale con la nuova legge elettorale non era affatto semplice. Le previsioni davano la soglia delle 90mila preferenze per garantire la vittoria nel collegio senatoriale Nardò-Casarano. Purtroppo non sono bastati gli oltre 95mila voti da noi presi, a causa della débacle totale registrata da PD e LeU. Il mio collegio è uno di quelli che ha tenuto testa meglio a questa ondata pentastellata, e di questo devo ringraziare i tanti amici e gli elettori che mi hanno riconosciuto la loro fiducia e soprattutto non hanno esitato a dimostrarmi l’affetto e la vicinanza durante questa campagna elettorale, breve ma intensa.

Oggi resta la confusione di un Paese in cui sembra difficile immaginare soluzioni di governo, e restano le emergenze di un Mezzogiorno a cui prestare la massima attenzione. Auguro buon lavoro ai rappresentanti politici eletti nei collegi salentini, e in particolare alla mia concorrente, Barbara Lezzi, rieletta al Senato nel mio collegio. Non farò mai mancare il mio contributo dove necessario, così come ho sempre fatto in questi anni, cercando di rispettare il patto che ho stretto con i salentini”.

Anche gli esponenti del centrosinistra e del M5S hanno commentato, sui propri profili Facebook, i risultati elettorali. Salvatore Capone e Teresa Bellanova hanno invitato il Partito Democratico ad un’attenta riflessione.  Per Diego De Lorenzis del M5S il risultato è ottimo, ma il percorso culturale è ancora molto lungo.

Clicca qui per consultare l’elenco degli eletti nei collegi salentini

 

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alberto Pizzolante

Ho 20 anni, sono un appassionato di politica, musica e arte in genere. Studio filosofia presso l'università "Vita-Salute" San Raffaele di Milano.

Rispondi

NO TAP