Il Deputato torna a parla di TAP: “Non si faccia come se nulla fosse, appellandosi allo sterile mantra del ‘è tutto in regola’ perché sappiamo che così non è.”

Nicola Fratoianni

Nicola Fratoianni

“Il buon senso. Basterebbe un sano buon senso per portare il governo a non riaprire il cantiere per il gasdotto Tap a Melendugno, in Salento. Il Comune, il Comitato hanno chiesto di rivedere la valutazione di impatto ambientale sul microtunnel”, esordisce così il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, in un post sulla sua pagina facebook.

Fratoianni, Deputato dal 2013, eletto con SEL, è stato uno dei pochi parlamentari ad essersi recato nell’area di cantiere a San Basilio (San Foca) durante i giorni di passione della scorsa primavera, quando le aziende appaltatrici di TAP hanno iniziato le operazioni di espianto degli ulivi in preparazione dell’avvio vero e proprio dei lavori, che avrebbe dovuto avvenire entro il 16 maggio 2016. E’ stato, inoltre, firmatario di un esposto presentato in Procura contro questa controversa opera di gasdotto che si intende realizzare nel Salento.

Con un post pubblico su facebook il Deputato ieri è tornato, quindi, a parlare di TAP.

“Non si faccia come se nulla fosse, appellandosi allo sterile mantra del ‘è tutto in regola’ – afferma Fratoianni – perché sappiamo che così non è. Nella zona ci sono già movimenti di mezzi pesanti, si eviti di trasformare nuovamente Melendugno e comuni limitrofi in un’area militarizzata, teatro di violenza a danno di inermi cittadini. Il tutto a servizio di un consorzio privato per la realizzazione di un’opera che riteniamo inutile, dai contorni opachi – su cui il governo dovrebbe essere meno distratto – pensata nel profitto di pochi e imposta alle popolazioni locali.”

“Sinistra Italiana – conclude – continuerà a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per sostenere questa lotta giusta noi eravamo lì al cantiere. Sia io personalmente che altri deputati, il consigliere regionale e altri esponenti di Sinistra Italiana.”

jersey TAP melendugnoAlcuni utenti contestano a Fratoianni la sua appartenenza, dato il passato trascorso in SEL e la sua vicinanza a Nicola Vendola, a cui diverse persone attribuiscono delle responsabilità nell’approvazione del progetto. Il segretario di Sinistra Italiana, però, respinge le accuse e afferma di essersi battuto insieme ai compagni di partito pugliesi insieme alla popolazione e al comitato.

Intanto siamo già a metà ottobre e fra poco più di due settimane potrebbero ripartire gli espianti degli ulivi. Ma in questi giorni c’è già movimento nell’area di cantiere e ci sarebbe un rafforzamento del personale delle forze dell’ordine. Da diversi giorni sono stati portati a San Basilio i “jersey”, i grossi blocchi di cemento che serviranno per delimitare l’area di cantiere e impedirne l’accesso agli attivisti.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Marcello Greco

Scrivo, viaggio, suono, racconto. Mi faccio domande, ma non voglio né risposte facili né giudizi facili. Dopo 7 anni di avvocatura ho deciso di dedicarmi alla scrittura libera. Al momento scrivo per tagpress.it, testata locale di cui sono cofondatore e attuale caporedattore e collaboro come freelance per altre testate online.

Rispondi