L’Albero della Vita di Otranto: simbolo dell’Expo 2015 a Milano

Sono stati scelti i simboli che rappresenteranno l’Italia nell’expo 2015 di Milano (1° maggio-31 ottobre 2015 a Milano).

Interno_cattedrale_di_Otranto

Si tratta di una copia del David di Donatello, scultura bronzea rinascimentale ed una riproduzione dell’Albero della Vita, la parte centrale del misterioso mosaico medioevale otrantino.

La notizia è stata resa nota dal Corriere della Sera, nell’edizione dello scorso 6 gennaio.

Il il Padiglione Italia dovrà rappresentare in pieno lo scopo e i temi scelti da questa edizione dell’Expo: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” è infatti la riflessione centrale attorno alla quale gireranno i dibattiti sulla sicurezza alimentare, la qualità del cibo, la biodiversità e molti altri inerenti l’alimentazione quale fondamento della vita.

A scegliere i simboli è stato il commissario del Padiglione Italia, Diana Bracco, la quale ha ottenuto in prestito da Firenze una copia del David di Donatello che verrà esposta al centro di Palazzo Italia ed una riproduzione dell’Albero della Vita, ispirata al Mosaico della Cattedrale, dell’altezza di 35 metri e che sarà sempre illuminata, per poter essere visibile di giorno e di notte.

“Una scelta che ci inorgoglisce e che può rappresentare una ulteriore utile occasione di promozione della Città e del suo patrimonio culturale – dichiara il sindaco Luciano Cariddi – E’ evidente che sarà una vetrina internazionale da cui passeranno moltissimi visitatori e dove ci sarà gran parte delle nazioni. Pertanto, avere l’opportunità di essere in qualche modo presenti con il monumento simbolo del nostro territorio, ci consentirà di raccontare la nostra storia durante il periodo di apertura dell’Expo”.

 

Jenny De Cicco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>