Nell’area di cantiere TAP arriva nuovo materiale e ripartono le attività preparatorie in vista della ripresa delle operazioni.

Era nell’aria già da qualche giorno. TAP sta per riprendere le operazioni a San Basilio, dove sorge l’area di cantiere del gasdotto TAP. Già da alcuni giorni era stata notata una maggiore presenza di uomini delle forze dell’ordine a San Foca, in particolare in prossimità di San Basilio, e il movimento di mezzi operativi, tra cui dei camion che trasportavano verso Melendugno dei “jersey”, ossia i blocchi di cemento che delimitano il recinto entro il quale si svolgono le operazioni.

Questa mattina ci sono stati dei blocchi stradali a San Foca da parte delle forze dell’ordine, al fine di consentire l’ingresso nell’area di cantiere di alcuni mezzi scortati delle ditte appaltatrici di TAP. In particolare sarebbero stati portati sul posto nuovi gruppi elettrogeni, installate nuove lampade in modo da potenziare l’illuminazione, e sarebbe stata effettuata attività di manutenzione.

Inoltre, alcuni camion sono stati visti mentre trasportavano delle reti rosse da cantiere e dei jersey, mentre all’interno del recinto è entrato, scortato dalla Polizia, il camion di un’azienda che si occupa di assistenza e vendita di betoniere ed elettropompe. E’ possibile che i nuovi blocchi di cemento saranno utilizzati per modificare il perimetro dell’area di cantiere, come anche per sostituire quelli danneggiati.

Sul posto si sono radunate decine di persone, presumibilmente cittadini contrari a TAP. La situazione è tutto sommato tranquilla.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Marcello Greco

Scrivo, viaggio, suono, racconto. Mi faccio domande, ma non voglio né risposte facili né giudizi facili. Dopo 7 anni di avvocatura ho deciso di dedicarmi alla scrittura libera. Al momento scrivo per tagpress.it, testata locale di cui sono cofondatore e attuale caporedattore e collaboro come freelance per altre testate online.

Rispondi