I genitori degli allievi dell’Istituto Comprensivo di Poggiardo affiancano gli insegnanti nella protesta contro la riforma scolastica contenuta nel disegno di legge “La buona scuola”. Aule vuote nei giorni dedicati alle prove Invalsi.

Un momento dello sciopero di ieri di una scuola di Milano

Non solo insegnanti. Nella battaglia avviata in tutta Italia contro il DdlLa buona scuola“, concretizzatosi nello sciopero nazionale di ieri, nel Salento (come in altre parti d’Italia) intervengono anche i genitori. Dopo il flashmob dello scorso 4 maggio messo in atto dagli insegnanti delle scuole di Poggiardo e lo sciopero del 5 maggio che ha coinvolto il 100 % dei docenti delle scuole dell’Infanzia e Primaria dell’Istituto Comprensivo di Poggiardo, i genitori degli alunni hanno scelto di schierarsi al fianco dei maestri per contestare il disegno di legge tecnicamente denominato Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.

La protesta dei genitori si è concretizzata oggi decidendo di non portare i loro figli a scuola, dopo aver concordato questa azione con gli stessi insegnanti nei giorni precedenti. E la scelta di mettere in atto questa protesta proprio oggi non è casuale: erano infatti in programma le prove Invalsi di Italiano, che coinvolgono oltre un milione di bambini in tutta Italia e che di fatto sono state boicottate. Anche oggi, quindi, sono rimaste vuote le aule dell’Istituto Comprensivo di Poggiardo, che comprende anche le scuole di Ortelle, Vignacastrisi, Surano e Spongano.

Le contestazioni, però, potrebbero non finire oggi. Vista la forte adesione alla protesta, infatti, non si esclude che le aule restino vuote anche domani, facendo così saltare anche le prove Invalsi di Matematica.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi