Una discarica di rifiuti, anche speciali, è stata scoperta alla Baia dei Turchi, costa nord di Otranto. Denunciato il proprietario per reati ambientali.

In uno dei posti più suggestivi del Salento, dove meno si sospettava potesse accadere, è stata scoperta una discarica di rifiuti parzialmente coperta, non molto distante dalla spiaggia.

La scoperta è stata fatta alla Baia dei Turchi, costa nord di Otranto, adiacente alla località Alimini, dove si narra che i Saraceni rimasero nascosti prima di attaccare la città nell’agosto del 1480.
Nemmeno questo luogo è stato risparmiato da questi scempi.

E’ stato il Nucleo operativo di polizia ambientale della direzione marittima di Bari, a rinvenire la discarica, nell’ambito delle ordinarie operazioni di controllo costiero.

L’area utilizzata come pattumiera è di circa 600 metri quadrati, all’interno della quale sono stati rinvenuti rifiuti di tutti i tipi, compresi quelli speciali altamente tossici, tra cui vernici, elettrodomestici e materiale elettronico.

Non solo. Sul posto è stato rinvenuto anche un pozzo non coperto, che avrebbe costituito un’insidia, con possibilità di caduta da parte di qualche avventore.

Il proprietario del terreno è stato denunciato per violazione delle norme ambientali.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Marcello Greco

Scrivo, viaggio, suono, racconto. Mi faccio domande, ma non voglio né risposte facili né giudizi facili. Dopo 7 anni di avvocatura ho deciso di dedicarmi alla scrittura libera. Al momento scrivo per tagpress.it, testata locale di cui sono cofondatore e attuale caporedattore e collaboro come freelance per altre testate online.

Rispondi