L’assessore regionale Salvatore Negro di Muro Leccese aveva 64 anni ed era malato ormai da molto tempo. Sospesa la seduta del Consiglio

Salvatore Negro, attuale Assessore regionale al Welfare, è morto questa mattina all’età di 64 anni. Era malato da tempo e la sua salute era peggiorata nelle ultime settimane. Conosciuto da tutti come Totò, nel 1980 venne eletto come consigliere comunale di Muro Leccese, suo paese di origine, per il quale poi ricoprirà la carica di sindaco dal 1995 al 2004. Nello stesso periodo occupa anche gli scranni del Consiglio provinciale, per poi ricoprire la carica di vicepresidente dell’ente di Palazzo dei Celestini fino al 2009.

L’anno successivo è eletto al Consiglio regionale tra le file dell’Udc, per il quale è stato presidente del gruppo provinciale. Nel 2015, poi, viene confermato nell’assise pugliese sotto la lista de I Popolari, ma viene poi nominato da presidente Michele Emiliano come Assessore al Welfare, carica ricoperta finora. In questa breve esperienza, Totò Negro mette a punto il Reddito di dignità.

Oltre alla politica, l’ex sindaco di Muro Leccese ricopre altri importanti ruoli, come Consigliere, e poi Vicepresidente, dell’Ordine degli Architetti di Lecce, componente del Consiglio nazionale dell’Unione delle Province italiane (UPI) e del direttivo regionale dell’Associazione nazionale comuni italiani.

La notizia è giunta in Regione poco prima della riunione del Consiglio. E in segno di lutto la seduta è stata sospesa. Prima di Negro, l’ente di viale Capruzzi ha dovuta salutare anche l’assessore Guglielmo Minervini e il dirigente Stefano Fumarulo.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi