A Vitigliano una lite tra immigrati è terminata con il ferimento di uno di loro, trasportato in ospedale. I residenti protestano con le forze dell’ordine.

Un litigio, scaturito per cause ancora non note, che è terminato in malo modo, con un soggetto di nazionalità straniera rimasto ferito. E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi a Vitigliano, frazione del Comune di Santa Cesarea Terme, dove alcuni immigrati ospitati in una abitazione del posto sarebbero venuti alle mani.

La lite sarebbe poi sfociata in rissa, con uno degli stranieri trasportato in ospedale a causa di una ferita all’altezza del volto infertagli con un corpo contundente in legno: inizialmente la ferita pareva essere stata causata da una lama, elemento erroneamente riportato precedentemente all’interno di questo articolo. Il tutto è avvenuto all’interno di una abitazione in via XX Settembre, a poca distanza dal centro del piccolo paese, attualmente occupata dagli immigrati in questione.

Sul posto sono giunti, oltre ai sanitari del 118, anche i carabinieri: alcuni residenti del posto, a seguito di quanto accaduto, hanno affidato le loro lamentele alle forze dell’ordine, invitandoli ad allontanare i migranti dal paese dove in tanti, stando alle loro dichiarazioni, non vedrebbero la loro presenza di buon occhio.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Ruggero Riso

Classe 1994, appassionato di giornalismo e sport, scrivo per Tagpress.it di cronaca locale, politica, musica, curiosità e sport.

1 commento

  1. Prima di scrivere articoli di questo genere informatevi molto meglio: non è stato usato nessun coltello, e 15 persone in un appartamento come quello in una convivenza forzata facilmente possono essere vittima di litigi, come potrebbe succedere ad ognuno di noi.

Rispondi