Un cadavere nudo avvistato a pochi metri dalla costa a Castro Marina, ma il mare mosso complica le operazioni di recupero

Tragico ritrovamento tra le acque di Castro Marina, dove un cadavere di un uomo completamente nudo in evidentemente stato di decomposizione è stato rinvenuto in tarda mattinata a pochi metri dalla costa, nei pressi della in località balneare denominata “Sorgente”, a poca distanza da una nota struttura ristorativa del posto. Il corpo sarebbe privo della testa e di un braccio, che pare si siano staccati dal resto del corpo in seguito ai continui urti sulle rocce causati dal mare mosso.

Allertate forze dell’ordine e guardia costiera, si è tentato di recuperare il corpo attraverso l’ausilio di una motovedetta, ma maltempo e onde ne hanno impedito il recupero, con le operazioni rinviate in attesa di condizioni migliori e più sicure. Ogni tentativo si è rivelato purtroppo vano, e in tarda serata pare che bisognerà attendere le prime luci di domani per tentare nuovamente di recuperare il cadavere.

Come già anticipato, il cadavere è privo di vestiti e apparterrebbe ad un uomo, di cui pare ancora difficile stabilire le generalità ed il motivo del decesso, forse imputabile ad un tentativo di suicidio. In ogni caso, sarà necessario attendere il recupero del corpo e gli esami a cui lo stesso sarà sottoposto per fare maggior chiarezza sull’accaduto. Un mistero che si fa più fitto dato l’assenza di denunce di scomparsa in tutta la provincia.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Ruggero Riso

Classe 1994, appassionato di giornalismo e sport, scrivo per Tagpress.it di cronaca locale, politica, musica, curiosità e sport.

Rispondi