Il 25 gennaio alle 19:41 in decine di piazze italiane si continuerà a chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni. 

Si terrà questa sera a partire dalle ore 19:41, presso il Sedile di Piazza Sant’Oronzo a Lecce, la mobilitazione promossa da Amnesty International per commemorare Giulio Regeni e continuare a chiedere verità e giustizia.

Il flash mob per Giulio Regeni nel 2017

Il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiungeva a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si aggiungeva al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto.

Sono trascorsi due anni da quel 25 gennaio e ancora le autorità egiziane non hanno rivelato i nomi di chi ha ordinato, di chi ha eseguito, di chi ha coperto e ancora copre il sequestro, la tortura e l’omicidio del giovane ricercatore italiano.

Antonio Marchesi

“Noi proseguiamo a coltivare una speranza: che quell’insistere giorno dopo giorno a chiedere la verità, quelle iniziative che quotidianamente si svolgono in Italia e non solo producano il risultato che attendiamo: l’accertamento delle responsabilità per la sparizione, la tortura e l’uccisione di Giulio. Quella verità la deve fornire il governo egiziano e deve chiederla con forza quello italiano” – ha dichiarato in una nota ufficiale Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia.

All’appello di Amnesty International Lecce hanno aderito il Comune di Lecce, Università del Salento, Amnesty International – Lecce, Arci Lecce, Adi Lecce, LINK Lecce – Coordinamento Universitario, Cgil Lecce, Anpi Lecce, Associazione Antigone Puglia, Arcigay Salento La Terra di Oz, Salento Pride, Ra.Ne. – Rainbow Network, Unione degli Studenti Lecce, Unione Degli Studenti Nardò, YouthMed – Youth Mediterranean Network, LeA- Liberamente e Apertamente, Associazione Antigone, ELSA Lecce, Studenti Indipendenti – Lecce, Conversazioni sul Futuro, SEYF – South Europe Youth Forum e Libera Lecce.

Quella del 25 gennaio non è una semplice manifestazione, ma vuole essere un abbraccio di sostegno e impegno collettivo dedicato a Giulio Regeni e alla sua famiglia.

Per ulteriori informazioni sulla mobilitazione nazionale: www.amnesty.it/2annisenzagiulio/

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Salvatore Ciriolo

Rispondi

NO TAP