Immagine A Botrugno e Giuggianello il Premio Tekné 2013

Due dei simboli delle città vincitrici del Premio Tekné: il Palazzo Marchesale di Botrugno (a sinistra) e la Chiesa Madre di Giuggianello

Sono Botrugno e Giuggianello i vincitori della IX edizione del Premio Tekné – Processi di contestualizzazione dell’arte urbana, prestigioso riconoscimento che ogni anno viene assegnato ai comuni che si sono distinti per l’elaborazione e la presentazione di progetti urbanistici di particolare pregio. Nato con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’urbanistica salentina, anche l’edizione 2013 della manifestazione si è svolta a Calimera, nella suggestiva cornice di Piazza del Sole.

Uno degli eventi della provincia più attesi dell’anno e il cui valore è espresso anche dai numerosi enti che hanno concesso il patrocinio: Regione Puglia, Provincia di Lecce, Città di Calimera, Università del Salento, Accademia di Belle Arti, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri, Scuola Edile, Collegio dei Geometri, Ance, Puglia Promozione e Osservatorio PaaS (Paesaggio architettura arte Salento).

Durante la serata, condotta da Marco Renna, Botrugno e Giuggianello sono stati premiati rispettivamente per il programma integrato di riqualificazione dell’area periferica Quartiere dei Pini” e per il progetto riqualificazione urbana del centro storico come luogo di svolgimento di manifestazioni ed eventi. I riconoscimenti sono stati assegnati da una giuria tecnica composta da Giuseppe Schiavone (Presidente dell’Osservatorio Urbanistico Teknè), Antonio Gabellone (Presidente della Provincia di Lecce), Luigi Mazzei (Direttore dell’Osservatorio), Giuseppe Rosato (Sindaco di Calimera) e Gaetano Coppone (Assessore all’Urbanistica di Calimera).

Assegnato anche lo speciale “Premio Tekné – Città di Calimera”: nella sezione “cultura” è stato premiato lo scultore Andrea Spedicato, in quella intitolata alla “Grecìa Salentina” il riconoscimento è stato assegnato al prof. Salvatore Tommasi, mentre due sportivi, il tennista Matteo Contarino e il calciatore Andrea Panico, sono stati considerati meritevoli rispettivamente delle sezioni “Giovani Emergenti” e “Sport”. Il premio speciale della Giuria è infine stato aggiudicato dalla ballerina Giorgia Friolo.

L’edizione 2013 di Teknè è vissuta inoltre con numerose esibizioni artistiche: la musica de Il Principe (sosia di Maurizio Vandelli), dei Ta Korassia, degli Elisound Trio e di Morgana, la danza di Giorgia Friolo e Laura Saracino, la comicità di Stelle Scadenti. Importante per lo sviluppo futuro della manifestazione, è stato infine il resoconto del corso di formazione professionale “Tekné – percorsi di formazione per la contestualizzazione e fruizione turistica dell’arte urbana”, da parte di Sandro Tramacere, Presidente dell’ISPA (Istituto Superiore Pubblica Amministrazione).

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Alessandro Chizzini

Nato a Milano il 27 settembre 1981, è laureato in Scienze della comunicazione e Scritture giornalistiche e multimedialità. Dal 2008 scrive per la testata Belpaese. E' iscritto all'Albo dei Pubblicisti per l'Ordine dei Giornalisti della Puglia dal 26 marzo 2012. Si occupa principalmente di politica locale, attualità, sport.

Rispondi