Tre riviste scientifiche promuovono un seminario di studio e confronto per giovedì 25 gennaio sugli impatti delle infrastrutture  energetiche, come il gasdotto TAP, sul territorio.

Le infrastrutture energetiche nel Salento e il loro impatto sul territorio il caso TAPGiovedì 25 gennaio alle 15,30 presso l’aula Ferrari dell’edificio Codacci Pisanelli (viale dell’Università, 2) a Lecce, si terrà il seminario di studi “Le infrastrutture energetiche nel Salento e il loro impatto sul territorio: il caso TAP”.

L’incontro è promosso dalle riviste scientifiche H-ermes Journal of Communication (Scienze della Comunicazione), Partecipazione & Conflitto (Sociologia politica), Palaver (Antropologia culturale) e dalla sezione italiana di LifeWatch, l’infrastruttura europea di ricerca sulla biodiversità.

Il seminario intende promuovere un confronto democratico e approfondito su una delle maggiori problematiche del territorio.

Dopo l’intervento di Fabio Pollice, direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento seguirà una comunicazione di Alberto Basset, docente di Ecologia e manager di LifeWatch Italia, sulla delicatezza dell’eco-sistema salentino.

Il programma proseguirà con le relazioni dei docenti Michele Carducci (ordinario di Diritto Comparato), Stefano Cristante (direttore di H-ermes e sociologo), e Eugenio Imbriani (direttore di Palaver e antropologo). Al termine degli interventi verrà dato spazio alla libera discussione tra docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo: chiunque potrà chiedere la parola per domande o brevi interventi.

Il seminario si chiuderà entro le 19, per consentire a chi lo desidera di partecipare alle iniziative in commemorazione di Giulio Regeni.

Commenta anche tu

commenti

Chi è l'Autore

Redazione

Rispondi

NO TAP